Crea sito

La creazione del modello

Disegni di Michele Riccardi

Finisce l’era della derivata

Troppo facilmente definita derivata della 2cv, la Dyane che vi presentiamo in questa pagina è quella che i vostri occhi forse non hanno mai visto.

Assieme all’amico Michele Riccardi (autore dei disegni che compaiono in questa pagina), abbiamo cercato di elaborare uno piccolo studio comparativo per analizzare gli elementi caratteristici del Dyane-style.

Alla base della comparazione la Citroën DS monofaro, ovvero la prima dea uscita dalle mani dell’italiano Flaminio Bertoni.

È noto infatti che la Dyane non ebbe mai un solo disegnatore e il progetto finale fu il risultato di varie voci che continuarono seguendo una logica, la logica del grande successo, della grande avanguardia automobilistica, la logica della DS.

 

La Dyane sfrutta inizialmente la meccanica 2cv che poi proseguendo negli anni evolverà prima sulla Dyane e di riflesso sulla 2cv (anche con molti anni di distacco, vedi freni a disco).

La natura giovanile e l’assetto cabrio donano a questi due modelli una certa fratellanza concettuale che non deve però indurre noi appassionati, dall’occhio esperto, ad una banale derivazione.

Buona visione.

 

Riccardo Dal Molin